loading...
CLOSE
15 settembre 2017

Facebook per il business: tre premesse utili

Molti negozi, piccole e medie imprese, attività locali decidono di iniziare a comunicare su Facebook.

Apparentemente semplice nelle sue logiche di base e a basso costo, utilizzabile da un qualsiasi smartphone, Facebook diventa un canale di comunicazione molto attraente.

Tuttavia, per ogni azienda la comunicazione è una faccenda seria.

Qualsiasi sia il canale che decidiamo di utilizzare, ogni decisione potrebbe trasformarsi in un pericoloso boomerang.

Per questo motivo, ecco tre semplici premesse da tenere in considerazione prima di iniziare a comunicare su Facebook.

 

1. Facebook da solo non è la soluzione


Il fatto che storicamente la comunicazione su Facebook sia vista come accessibile a tutti rischia di far passare il messaggio per cui sia un canale sufficiente per incrementare il proprio business.

La verità è che Facebook da solo non può e non deve essere la soluzione dei problemi di un’attività.

Una Pagina Facebook ben gestita, con pubblicazione di contenuti e strategie di Advertising, deve essere inserita in un progetto più ampio di comunicazione digitale che comprenda un sito web ben strutturato e perché no, un blog, campagne di Google Advertising, E-Mail Marketing e altri canali di comunicazione digitale.

Solo integrando Facebook agli altri canali di comunicazione si potrà sfruttarne al massimo le potenzialità.

 

2. Facebook non serve a vendere (almeno non da subito)


Molto spesso aziende, negozi, bar e ristoranti si rivolgono a Facebook come ultima spiaggia per incrementare il proprio fatturato.

Pensare che Facebook aiuti da subito a vendere è un errore da non commettere.

Oggi, sempre più spesso, si parla di viaggio del consumatore per indicare il percorso complesso che un utente compie prima e dopo l’acquisto di un prodotto.

Se ci pensiamo bene, infatti, Facebook agisce in più punti di questo percorso: dall’acquisizione delle informazioni attraverso recensioni o gruppi fino alla comunicazione con il brand durante o dopo l’acquisto.

Per questo motivo, se si vuole utilizzare Facebook come strumento per la vendita di prodotti e servizi è sempre più necessario costruire una presenza e una comunicazione strutturata su più step, che coinvolga l’intero processo del consumatore: prima, durante e dopo l’acquisto.

 

3. Facebook è un investimento di lungo periodo: servono pazienza e competenza


Spesso e volentieri succede che ci si approcci a Facebook con l’entusiasmo degno di quello di un bambino la mattina di Natale.

I primi quindici giorni si pubblicano contenuti uno dietro l’altro, si seguono i “consigli di Facebook” per promuovere i post e si prova la strada di video e slideshow…

Con il passare del tempo però, i risultati non sembrano arrivare e così l’entusiasmo viene meno, il numero di post pubblicati si riduce e via con il ritornello “Facebook non funziona”.

La dura verità da accettare è che la gestione di una Pagina Facebook è una strategia di comunicazione e marketing che porta risultati soprattutto nel medio e lungo periodo.

Una Pagina Facebook è un canale che ha bisogno di essere curato con costanza, amore e competenza.

 

L’integrazione con una presenza web ragionata, il sostegno di consulenti o la partecipazione a corsi di formazione, una strategia basata sul medio/lungo periodo sono tutti fattori che vi aiuteranno in futuro ad apprezzare questo social network, a sfruttarne le sue potenzialità.

Prima di portare la vostra attività su Facebook, dunque, pensateci bene, ragionate in termini di costi/opportunità, valutate se siete in grado o se avete il tempo di gestire la vostra Pagina da soli oppure se mi serva un corso di formazione o la consulenza di un professionista.

 

Perché non è proprio vero che “Facebook non funziona”, o almeno lo è nella misura in cui ci si approccia senza la giusta professionalità e le giuste riflessioni preliminari.

Leave A Comment

SitoSmart - Simone&Stefano
Invia Messaggio