Nuovo anno e nuovo aggiornamento di Algoritmo per Facebook ed è lo stesso CEO di Facebook ad annunciarlo.

Con un post sul proprio Profilo Facebook Mark Zuckerberg annuncia alcune modifiche nelle regole che determinano ciò che ognuno di noi vede quando accede a Facebook e scorre l’elenco delle notizie e dei post.

In cosa consistono i miglioramenti?

Due i punti chiave dell’aggiornamento dell’algoritmo, presentati nella nota ufficiale di Facebook che esplicano come all’interno del NewsFeed verrà data priorità e maggiore rilevanza ai post:

  • che facilitano e incentivano la conversazione e le interazioni significative tra le persone;
  • di familiari e amici rispetto altri contenuti pubblici.

 

Aggiornamento Algoritmo Facebook 2018: quali conseguenze per le Pagine?

Da Facebook fanno sapere anche che, essendo lo spazio nel newsfeed limitato, verranno inevitabilmente mostrati meno contenuti delle Pagine in maniera organica (ovvero verrà ulteriormente ridotto il numero di persone raggiunte dai post delle Pagine senza l’investimento pubblicitario).

Alcune Pagine potranno subire una diminuzione della loro portata organica, soprattutto quelle i cui post non incentivano conversazioni e commenti.

Nel NewsFeed “organico” degli utenti continueranno a essere privilegiati quei contenuti che generano interesse, quali ad esempio le dirette video, che la nota dichiara generino interazioni 6 volte superiori rispetto ai video tradizionali, oppure le discussioni nei gruppi (ricordiamo che ogni Pagina Facebook ha la possibilità di creare un suo Gruppo “Ufficiale”).

Continuerà la battaglia alle Fake News e ai falsi titoli acchiappa click.

Nella pratica quotidiana, cosa potrebbe cambiare per le Aziende, i Professionisti e le attività?

Sinceramente ritengo che questo aggiornamento non influisca drasticamente sulle Pagine o almeno per quelle Pagine e Aziende che lavorano bene e con criterio ormai da tempo.

Perché? Fermiamoci un attimo a ragionare.

Facebook nasce con l’obiettivo di “avvicinare le persone e costruire relazioni”, non per permettere alle Aziende di vendere o farsi pubblicità. In questo senso è normale che gli algoritmi favoriscano il contatto tra le persone o tra le persone e le Pagine che seguono maggiormente.

In questo senso non dovrebbe sorprenderci la sempre maggiore importanza attribuita ai gruppi, forieri di discussioni e dibattiti quotidiani.

Quello che fa Facebook per le aziende non è altro che mettere a disposizione pubblici profilati, offrire la possibilità di creare segmenti di pubblico connessi con i propri siti web: la ricchezza per aziende e professionisti sono i dati profilati a cui poter attingere per le proprie campagne.

Il crollo della portata organica è ormai attivo da anni e se qualcuno pensa di ottenere risultati senza dedicare una parte di investimento all’Advertising, beh, è sulla strada sbagliata.

Creare Campagne Sponsorizzate è fondamentale per ottenere risultati.

Questo aggiornamento dell’algoritmo di Facebook non fa altro che confermare come per ottenere risultati siano fondamentali sia la produzione di contenuti di qualità sia investimenti in advertising su pubblici personalizzati e profilati.

Morale della favola?

Se la tua Pagina ha sempre prodotto contenuti interessanti, se hai costruito una Fan Base profilata, se hai integrato Facebook agli altri strumenti di comunicazione e marketing, se hai destinato periodicamente del Budget in Advertising potrai continuare a lavorare in questo modo, perseguendo l’obiettivo di Facebook: offrire il contenuto giusto, alla persona giusta, al momento giusto.

Se non hai mai fatto nulla di tutto questo potrebbe essere ora di iniziare…