loading...
CLOSE
4 settembre 2016

Convertire un sito Joomla in WordPress

Eccoci con una nuova richiesta, e quindi nuova guida; ci viene chiesto di convertire un sito sviluppato in Joomla in uno in WordPress; la prima idea è stata quella di fare tutto a mano, scaricare il database, e con delle query riportare i campi corretti nel database di WP; ma ci siamo chiesti, “perchè fare tutto questo ? Esisteranno dei servizi di conversione fatti e finiti”

Ebbene si , ne esistono diversi e noi ne abbiamo selezionato uno, abbiamo iniziato a porre domande sul servzio via chat web e in tempi brevissimi abbiamo ottenuto tutte le risposte, anche con il nostro inglese “Renzi style”.

Il servizio si chiama CMS2CMS ecco il link: https://www.cms2cms.com/

Gestisce migrazioni da diversi CMS, ma a noi interessa da Joomla a WordPress, facciamo però prima un passo indietro:

La situazione è questa; sito in Joomla da portare in WordPress mantenendo stesso nome di dominio, primo ostacolo, come facciamo ?

Purtroppo non è possibile avere un dominio e due hosting diversi, abbiamo allora pensato che per ovviare a questa situazione sarebbe bastato  scegliere un servizio Hosting che vi faccia utilizzare provvissoriamente un indirizzo IP collegato al vostro dominio, ma purtroppo cosi non funziona, il sistema accetta esclusivamente un url valido e non un indirizzo IP.

Quindi unico modo che abbiamo trovato per poter effettuare la migrazione tra dominio uguali è utilizzare un dominio di “transito”, una volta che abbiamo il nostro sito convertito da Joomla a WordPress, spostare un’installazione di WordPress è davvero semplice.

INIZIAMO CON CMS2CMS

Vediamo adesso come abbiamo fatto a fare la conversione, iniziamo dalla home page del servizio e scegliamo la piattaforma sorgente e quella di destinazione

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-1

Clicchiamo ora su “See what you can migrate” cosi da vedere la lista delle cose che verranno migrate, in fondo all’elenco potete chiedere una stima di spesa per la vostra conversione, inserendo i parametri: Numero pagine o articoli, utenti e commenti.

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-2

Nel nostro caso la conversione è per un piccolo blog con circa 500 articoli e due soli utenti,  come possiamo vedere il costo della conversione è davvero basso.
Proseguiamo, clicchiamo su START FREE DEMO per entrate nella applicazione di conversione.

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-3

START MIGRATION per procedere

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-4

Qui dobbiamo selezionare “YOUR Current Site” il sito di partenza con la relativa piattaforma, mentre in “Your New Site”, possiamo lasciare la spunta su “Try migration using CMS2CMS test site” se vogliiamo verificare il risultato della migrazione su un server di test offerto da cms2cms, direi di lasciarlo e vedere così cosa ci viene esportato, se invece siete sicuri oppure avete già fatto il test potete toglierlo e mettere il vostro url.

ACCOUNT CMS2CMS

Il passo successivo il il SignUp ovvero registrarvi al servizio, provvedete ad inserire un nome utente, password e indirizzo email.

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-5

Sezione successiva è “Connect your Sites”, ovvero dare la possibilità al servizio di connettersi alla parte amministrativa del vostro sito sorgente, esistono due possibilità:

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-6

  1. Automated Connection Setup – Connessione automatica , inserite URL di admin di Jooma es: www.miosito.it/administrator e di seguito Username e Password di amministratore.CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-7
  2. Manual Connection Setup, qui scarichiamo il Bridge che è un modulo da installare sul sito versione Joomla, basta copiarlo via ftp nella cartella principale e poi fare “Verify Connection to your site”, se tutto va bene vi viene confermata la connessione.

Vi verranno proposti dei moduli che possono essere convertiti, nel nostro caso li abbiamo deselezionati tutti, preferiamo ripartire da un installazione pulita ed installare successivamente i Plugin che preferiamo.

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-8

Clicchiamo su Confirm Options, ci vengono proposte altre opzioni: 

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-9

Ma anche in questo caso deselezioniamo, sono opzioni di WordPress che possiamo settare successivamente, quindi proseguiamo, cliccando su Confirm Additional Options

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-10

un riepilogo del vostro sito e l’indicazione che verranno migrate 100 pagine nella DEMO, questo serve solo per verificare il risultato della migrazione è soddisfacente. Start Free Demo Migration per iniziare la migrazione.

INIZIO MIGRAZIONE CMS2CMS

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-11

A conversione ultimata eccovi il riepilogo di quanto è stato migrato correttamente:

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-12

Migration Insurance – Una sorta di assicurazione che vi permette di rifare la migrazione se qualcosa va storto, entro 7-14-30 giorni, noi abbiamo selezionato lo standard 7 giorni che non ha sovrapprezzo, per progetti più grossi vi conviene prendere almeno 2 migrazioni in 14 giorni.

Dal link in alto potete vedere il risultato della vostra migrazione in WordPress, da li potete accedere al pannello di amministrazione di WordPress con l’utente testuser e password testuser e da qui vedere effettivamente cosa è stato fatto.

CONVERSIONE REALE DEL SITO

La nostra migrazione test sembra corretta, ci troviamo i vari articoli con immagini e formattazione del testo, riportate le categorie corrette, nella media library ci sono tutte le immagini con gli attributi corretti.

Se la conversione ci soddisfa allora possiamo passare alla conversione reale, subito sotto al preventivo clicchiamo su PROCEED, ma attenzione prima cliccate su “change option” per mettere il reale dominio di destinazione, riparte cosi lo wizard di configurazione, dove dovrete copiare via ftp il Bridge anche sul dominio con WordPress, e rifare la verifica.

A questo punto verrete indirizzati alla maschera del pagamento, e avvisati che la procedura di migrazione partirà solo dopo aver pagato.
Dopo aver inserito tutti i dati aziendali e della carta di credito, l’addebito avviene in pochissimi secondi e parte subito la conversione.

CONVERSIONEJOOMLAWORDPRESS-13

FINE, la migrazione è terminata, adesso non ci rimane altro che acquistare un nuovo servizio di Hosting, che ci dia la possibilità di lavorare su un indirizzo IP provvisorio, in attesa che il nostro sito WordPress sia sistemato e funzionante, a questo punto possiamo procedere alla migrazione del dominio.

ATTENZIONE
Un unico difetto che abbiamo riscontrato in questo servizio è la gestione dei media, ovvero delle immagini, in fase di migrazione,nella versione WordPress non vengono classificate nelle cartelle corrette, nella classica gestione di WordPress; Anno/Mese ma vengono messe tutte in un unica cartella Upload.

Leave A Comment

SitoSmart - Simone&Stefano
Invia Messaggio